Venezuela, «Elezioni in 8 giorni», al dialogo l’Europa preferisce l’ultimatum



Ci hanno pensato Francia, Spagna e Germania a risollevare le quotazioni di Juan Guaidó, dopo lo smacco ricevuto giovedì in sede di Organizzazione degli Stati americani, dove la mozione per riconoscerlo come presidente legittimo del Venezuela non aveva ottenuto la maggioranza tra i membri. In suo soccorso, però, è giunto l’ultimatum a Maduro lanciato ieri da Emmanuel Macron, Pedro Sánchez e Angela Merkel: se, hanno dichiarato, entro otto giorni non verranno convocate elezioni «eque, libere, trasparenti e democratiche», i loro … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin