Venezia, professore razzista e fascista. I genitori: “Non può insegnare”



La Costituzione è un libro di merda buono per pulircisi il culo… Impedisce rimpatri e di fermare l’Islam“; “La senatrice a vita Segre sta bene in un simpatico termovalorizzatore. Paragona il governo a chi ha gasato i rom nella II guerra“; Erdogan avrà anche dei difetti ma rubargli qualche idea come le purghe a stampa, sindacati e polizia (Gabrielli) non sarebbe male“; “Il reddito di cittadinanza andrà anche a bangla, africani e zingari“.

È questo il tenore dei messaggi che pubblica su Facebook Sebastiano Sartori, professore di storia dell’arte presso l’istituto alberghiero Barbarigo di Venezia. L’attività sui social network testimonia l’animo e la cultura di questo sedicente educatore, nonché ex segretario regionale di Forza Nuova, un partito che andrebbe messo al bando per le posizioni chiaramente fasciste.

Le famiglie dei suoi alunni sono preoccupate perché Sartori, a quanto riferiscono, adopera gli stessi argomenti anche in classe durante le ore di lezione: “Sartori non risparmia esternazioni e comportamenti di chiara radice razzista“. Per questo motivo i genitori hanno deciso di presentare un esposto in Procura, informando anche l’ufficio scolastico provinciale e le forze dell’ordine, denunciando il suo comportamento a scuola: “I nostri ragazzi hanno paura a controbattere, perché il suo atteggiamento è aggressivo e prepotente anche con i colleghi“.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin