Vasto incendio nell’Agordino. Nube scura fino a Belluno


Incendo agordino belluno

  Gianpaolo Bottacin/Facebook


Incendio nell’Agordino (Belluno)




Un grosso incendio boschivo si è sviluppato nel pomeriggio tra Taibon Agordino e Cencenighe in provincia di Belluno. Non si conoscono per ora le cause dell’incendio. Sembra che un albero sia caduto su un palo dell’alta tensione generando delle fiamme che si sarebbero poi diffuse a macchia d’olio sulle Pale di San Lucano, a Cencenighe, Taibon e Listolade. Il fumo – scrive il Corriere del Veneto – è visibile in un raggio di 40 chilometri. Addirittura nel capoluogo Belluno il cielo è attualmente oscurato. Ad aggravare la situazione infatti è arrivato il Favonio, un vento caldo e secco che soffia dalle prime ore dell’alba causando disagi in tutta la provincia.

Incendo agordino belluno

 Gianpaolo Bottacin/Facebook

 Incendio nell’Agordino (Belluno)

Due ragazzi –  racconta La Repubblica – sono bloccati dalle fiamme a circa 1.650 metri di quota nel Canale della Besausega, i soccorritori che non possono intervenire con i mezzi aerei, si sono messi in contatto telefonico con i giovani e li hanno guidati in una zona rocciosa lontana dalle fiamme.

Canadair

L’assessore Regionale all’Ambiente, Gianpaolo Bottacin, ha fatto sapere tramite la sua pagina Facebook che sono stati attivati due Canadair, che appena possibile inizieranno i lanci. Non si conoscono per ora le cause dell’incendio. 

Il sindaco di Taibon – riporta Il Gazzettino – invita la popolazione a rimanere in casa con le finestre chiuse per evitare di respirare i fumi dell’incendio. Ci si prepara a evacuare due piccoli centri abitati minacciati dal fronte dell’incendio: La Merla e Villanova.

Caldo record

L’incendio è avvenuto in una giornata di caldo record, causato da un intenso episodio di Föhn. In mattinata, come fa sapere l’Arpav, il fenomeno di aria calda si è manifestato nelle valli dolomitiche e nel primo pomeriggio anche in quelle prealpine del Vicentino, dove sono stati registrati valori termici eccezionalmente alti per il mese in corso. A Feltre si è raggiunta una massima di 30.5°C e a Belluno 29.2°C. Caldo molto insolito anche ad Agordo (27.5°C) , a San Martino d’Alpago (Chies) dove si sono raggiunti i 25.2°C e a Castana (Valle del Posina-VI), con 27.5°C.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin