Valeria Robecco prima donna italiana a capo dell’Unca


Onu: Valeria Robecco prima donna italiana a capo dell'Unca



Valeria Robecco, 37 anni, è stata eletta nuova presidente della United Nations Correspondents Association, (Unca) l’associazione dei corrispondenti dalle Nazioni Unite. È la prima donna italiana a ricoprire l’incarico. Subentra a Sherwin Bryce Peace, buearu chief di South African Broadcasting Corp e il suo mandato annuale inizierà dal primo gennaio 2019.

Nata a Reggio Emilia il 17 marzo 1981, avvocato e giornalista professionista dal 2013, è a New York da 9 anni. Dal 2011 collabora con l’Ansa come reporter dalle Nazioni Unite e dagli Usa, e scrive per Il Giornale con focus in particolare sulla politica americana. Valeria scrive anche per Business Insider Italia e Panorama e ha collaborato con La Stampa e con il gruppo Quotidiano Nazionale. Nel 2015 ha ricevuto il premio giornalistico Amerigo, promosso dall’omonima associazione per segnalare gli operatori dei media che raccontano l’America agli italiani.

Robecco è nel consiglio direttivo dell’Unca dal 2014, prima come consigliere e poi come vice presidente, dal 2016 al 2018. La United Nations Correspondents Associations, che celebra i suoi 70 anni, è l’organismo di rappresentanza e tutela dei giornalisti del Palazzo di Vetro. L’ultimo italiano alla guida era stato Giampaolo Pioli (Quotidiano Nazionale) in carica dal 2009 al 2012 e dal 2015 al 2016. Nata il 30 giugno del 1948, l’Unca raggruppa oggi oltre 250 corrispondenti permanenti provenienti dai 193 Paesi membri dell’Onu. Ogni anno con l’Unca Awards, alla presenza del segretario generale Antonio Guterres, assegna premi per l’eccellenza nel giornalismo, relativi alla copertura dell’Onu, delle agenzie affiliate e delle sue missioni. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin