Valeria Marini parla dell’arresto di Vittorio Cecchi Gori nel 2001: “Tutto molto costruito”


La showgirl intervistata a La confessione di Peter Gomez sul caso che scosse la carriera del produttore cinematografico

Nel 2001 Valeria Marini ha dovuto fronteggiare una situazione complicata, si tratta dell’arresto del produttore cinematografico ed ex presidente della Fiorentina, Vittorio Cecchi Gori nel 2001. La showgirl parla del caso durante La confessione, trasmissione di Nove condotta dal giornalista e direttore de IlFatto.it, Peter Gomez.

Cosa ricorda dei giorni dell’arresto?” chiede il conduttore.

Tanta agitazione, una situazione da film. Una farsa – dice – Quando sono arrivati, prima di entrare a fare la perquisizione, già c’erano tutte le telecamere sotto. Era tutto molto costruito.

La Marini rivela altri particolari e si sofferma su un episodio diventato celebre: la perquisizione nella cassaforte che portò al sequestro di alcuni grammi di cocaina: “Vittorio non aveva né la chiave della cassaforte, né sapeva di questa cosa – spiega l’attrice – ma la cosa paradossale è che le telecamere lo dicevano prima di ritrovarla”.

Continua ritenendo che la droga “Ce l’ha messa qualcuno. Lui veniva da una situazione molto difficile personale sua e tanta gente intorno non sincera, per cui, i famosi incastri. Di sicuro lui era del tutto all’oscuro della cosa“.

La showgirl e il produttore cinematografico hanno avuto una lunga relazione, durata 3 anni.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin