USA, Kavanaugh eletto alla Corte Suprema


Decisivo il voto del Senatore Democratico Joe Manchin


Il Presidente Donald Trump ha vinto la sua battaglia. Dopo settimane di proteste e discussioni, il Senato degli Stati Uniti ha infatti confermato la nomina di Brett Kavanaugh alla Corte Suprema. I voti a favore sono stati 50, contro i 48 contrari. La senatrice repubblicana Susan Collins ha rotto gli indugi ed ha deciso di votare ‘sì’, ma decisivo è risultato essere il senatore democratico italo-americano Joe Manchin che ha deciso di schierarsi dalla parte dei conservatori.

Inutili le proteste di centinaia di persone, molte delle quali arrestate all’esterno del tribunale di Washington mentre il giudice giurava all’interno dell’edificio. I manifestanti erano tutti schierati dalla parte di Christine Blasey Ford, psicologa e professoressa della Palo Alto University, che ha accusato Brett Kavanaugh di averla aggredita sessualmente ai tempi del liceo in preda ai fumi dell’alcol. Durante la sua audizione in Senato Kavanaugh ha ammesso di aver bevuto alcolici negli anni del liceo, ma ha categoricamente negato di aver aggredito sessualmente la Ford o altre donne. Ci sono infatti altre due donne che l’hanno accusato della stessa condotta, una delle quali, Deborah Ramirez, sta collaborando nell’indagine aperta dalla FBI.

Kavanaugh nel corso dell’audizione aveva accusato la Ford di mentire apertamente ed anche di essere la pedina di “un attacco politico calcolato e coordinato“. In altri tempi il solo sospetto sarebbe bastato ad indurre il Presidente a puntare su un altro candidato, anche in considerazione del fatto che la nomina alla Corte Suprema degli Stati Uniti è una carica a vita. Così non è stato questa volta.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin