Uno storico dell’arte dalle rotte eccentriche



Nei primi mesi del 2018, Enrico Crispolti (Roma 18 aprile 1933 – 8 dicembre 2018) meditava di fare un libro che enucleasse una linea «espressionista» dell’arte italiana del dopoguerra. Si trattava di scegliere dalla sua sterminata bibliografia alcuni testi adatti a una narrazione coerente che tenesse insieme Francesco Somaini e Alik Cavaliere, Sergio Vacchi e Giannetto Fieschi, probabilmente Mino Trafeli e Bepi Romagnoni, verosimilmente Valeriano Trubbiani e Titina Maselli, sicuramente Mattia Moreni. Di altri, come Franco Francese, avrebbe scritto per … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin