Un sax che scardina le regole



«Le soluzioni immaginarie sono il vivere e il cessare di vivere. L’esistenza è altrove»: così André Breton nel Primo Manifesto del Surrealismo del 1924. A Charlie Haden (con il quale il tenorsassofonista ha studiato), a Ornette Coleman e proprio al Surrealismo è dedicato questo sesto disco del musicista di Buffalo, classe 1981, qui in quintetto. Una pronuncia ruvida e lirica, fortemente coltraniana, lo rendono un interprete di primo piano del jazz di oggi. L’energia e la tensione che animano le … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin