Un «piccolo genocidio» dimenticato



Fu nel 1910 che Francisco Madero, tenace oppositore del regime di Porfirio Díaz (presidente/dittatore del Messico per trentacinque anni) fece scoccare la prima scintilla della Rivoluzione, invitando il popolo a prendere le armi. A lui si unirono Francisco Villa, Emiliano Zapata, Venustiano Carranza e altri ancora, e nel 1911 Díaz fu costretto a un esilio senza ritorno, mentre Madero veniva assassinato dal suo luogotenente Victoriano Huerta e scoppiava una nuova rivolta guidata da Zapata e Villa: la Rivoluzione aveva cominciato … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin