Un emendamento del M5s ha cancellato i finanziamenti a IsiameD 


isiamed finanziamento 

 (Afp)


 Senato




Via il controverso finanziamento pubblico di tre milioni di euro a IsiameD: lo prevede un emendamento al disegno di Legge europea 2018 approvato in Commissione Politiche Ue del Senato, riunita in sede referente. La proposta di modifica, presentata dal relatore Ettore Antonio Licheri (M5s) prevede “l’abrogazione di aiuto di Stato individuale previsto” dalla legge di bilancio dello scorso anno.

A dicembre 2017, infatti, “al fine di affermare un modello digitale italiano come strumento di tutela e valorizzazione economica e sociale del made in Italy e della cultura sociale e produttiva della tipicita’ territoriale”, era stato assegnato a IsiameD, societa’ presieduta dall’ex ministro Dc Gian Guido Folloni nata come istituto per l’Asia e il Mediterraneo e convertita poi al digitale, un contributo pari a un milione di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019, 2020.

L’emendamento della scorsa legislatura, scoperto in un’inchiesta condotta da Agi, fu oggetto di molte polemiche nei giorni successivi. Esponenti dell’allora maggioranza di governo presero subito le distanze: l’ex ministro Carlo Calenda definì il finanziamento una “roba a dir poco stravagante”, mentre l’ex senatore dem Stefano Esposito lo bollo’ come “marchetta”. A maggio a riaccendere i fari su Isiamed ci penso’ il presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone che avviò un’indagine per capire se il finanziamento poteva essere considerato un aiuto di Stato, quindi da annullare.

Nella 14esima commissione è in corso di esame il disegno di legge riguardanti le disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2018. I documenti che usciranno dalla 14esima commissione saranno poi trasmessi in assemblea per il voto che si svolge prima sui caratteri generali della proposta, poi sui singoli articoli e infine sull’intero testo.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin