Turchia abbandona la Conferenza dopo esclusione da summit con Haftar e  Serraj



La Turchia ha deciso di lasciare “immediatamente” la Conferenza di Palermo perché “non si può pensare di risolvere la crisi in Libia coinvolgendo le persone che l’hanno causata ed escludendo la Turchia”: lo ha spiegato il vice presidente turco, Fuat Otkay, che era a capo della delegazione presente alla Conferenza di Palermo, parlando ai cronisti fuori da villa Igiea mentre era ancora in corso la plenaria. Il vice capo di Stato ha ritenuto “ingannevole e un processo dannoso” l’esclusione di Ankara dalla riunione della mattina a cui hanno preso parte, tra gli altri Haftar e al Serraj.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin