Tunisia, 11 neonati morti all’ospedale Rabta di Tunisi


Undici neonati sono morti per shock settico nel reparto maternità dell’ospedale Rabta di Tunisi nel giro di pochi giorni, tra il 7 e l’8 marzo scorsi. La tragedia ha sconvolto la Tunisia e in queste ore il Ministro della Salute Abderraouf Cherif ha rassegnato le proprie dimissioni a quattro mesi dalla sua nomina, mentre un’indagine a 360 gradi nella struttura è stata avviata.

A provocare il decesso dei bimbi, ricoverati in ospedale nei giorni successivi alla nascita, è stata una grave infezione provocata, secondo l’ipotesi dell’associazione pediatri della Tunisia, da un prodotto di alimentazione endovenoso. Saranno le indagini a confermare o smentire questa possibilità, ma il caso ha riacceso l’attenzione sul crollo della sanità pubblica nel Paese dopo la fine del regime di Zine El-Abidine Ben Ali nel 2011.

Quello che una volta era considerato il miglior sistema sanitario nell’Africa del Nord è peggiorato sensibilmente in questi ultimi anni, tra problemi finanziari e di gestione, e il caso dei bimbi deceduti a pochi giorni dalla nascita è una delle conseguenze più terribili di questo declino.

Il primo ministro, intanto, ha assicurato al pubblico la massima trasparenza delle indagini. I risultati saranno diffusi tempestivamente man mano che emergeranno elementi utili a spiegare la tragedia.

Foto | iStock


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin