Trump vuole uscire dall’accordo con la Russia sul disarmo nucleare


trump usa russia disarmo nucleare

 (Afp)


 Vladimir Putin e Donald Trump




Gli Usa vogliono uscire dal Trattato sul disarmo e sul controllo delle armi nucleari con la Russia. Lo ribadisce il presidente americano Donald Trump che accusa Mosca di averlo violato. “La Russia non ha aderito all’accordo, quindi concluderemo l’accordo”, ha detto Trump ai giornalisti a Elko, in Nevada, dove è impegnato in una visita elettorale per le elezioni di medio termine.

“La Russia ha violato l’accordo, lo violano da molti anni, non so perché il presidente (Barack) Obama non ha negoziato o non si è ritirato, e non lasceremo che violino un accordo nucleare e continuino a costruire armi mentre a noi non è permesso”.

Verso una nuova corsa agli armamenti?

Il Trattato sulle forze nucleari intermedie (INF) sulle armi nucleari a raggio intermedio fu sottoscritto nel 1987 dagli Stati Uniti e dall’Unione sovietica i cui presidenti all’epoca erano Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov. “Lo hanno violato per molti anni”, ha detto Donald Trump, aggiungendo che gli Stati Uniti ora “svilupperanno queste armi”. 

L’accordo sino ad oggi è stato una delle pietre miliari del disgelo che portò alla fine della guerra fredda. Grazie all’accordo furono distrutti 2.692 missili, 846 americani e 1.846 russi. L’Inf, frutto di uno storico vertice a Reykjavik tra Reagan e Gorbaciov l’anno prima della firma, servì a limitare il numero dei missili dispiegati in Europa. Se è vero che Mosca da anni ormai viola gli impegni presi 31 anni fa, lo strappo di Washington rischia di riaprire la corsa agli armamenti e di innescare una nuova “guerra fredda” con Mosca e Pechino.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin