Trump ha (quasi) fatto il Grinch quando una bambina gli ha chiesto di Babbo Natale


Usa: Trump non mina certezze bimba, "a Babbo Natale ci credo"

OLIVIER DOULIERY / Consolidated News Photos / dpa Picture-Alliance
 


 Donald Trump risponde ai bambini che telefonano al Norad




Per fortuna, Donald Trump non ha minato le certezze della bimba di sette anni cui, il giorno della vigilia, ha telefonato e – forse non volendo, ma certamente con una buona dose di grossonalità – ha messo in dubbio l’esistenza della tradizione più tenera del Natale.
“Certo che ci credo a Babbo Natale”, ha raccontato la piccola, Collman Lloyd, la cui famiglia è stata raggiunta al telefono dal Washington Post e dal Courier.

Collman, che abita a Lexington, in South Carolina, aveva chiamato il Norad Tracks Santa, un programma che permette ai bambini americani di ‘vedere’ il cammino di Babbo Natale mentre consegna i regali: è fatto in collaborazione con il Comando di difesa aerospaziale nordamericano ed è diventato una tradizione della vigilia da quando, nel 1955, un bambino erroneamente telefonoò ai militari chiedendo di parlare con Santa Claus.

Leggi anche: storia della bambina che chiese la verità su Babbo Natale e la ottenne 

Da allora ogni anno vi partecipano decine di scienziati e volontari che rispondono alle domande dei piccoli e il 24 dicembre uno di loro, rispondendo alla telefonata della piccola, le ha chiesto se volesse parlare con il Presidente. Un minuto dopo Collman era al telefono con Trump. “Davvero credi ancora a Babbo Natale?”, le ha chiesto lui. E alla sua risposta affermativa, il presidente non si è trattenuto: “Perché a sette anni, it’s marginal, sei al limite”. “Sì, signore”, ha risposto educata Collman. E lui a quel punto ha aggiunto, “Vabbè, goditela”.

Leggi anche: Credere a Babbo Natale non è un’eresia

Più tardi la piccola ha raccontato di non sapere cosa significhi il termine ‘marginal’. In ogni caso, lei calate le tenebre, ha messo fuori dalla finestra biscotti e latte con cioccolato e il giorno dopo, nella migliore delle tradizioni, ha trovato solo poche briciole e i regali sotto l’albero.

Trump e la moglie Melania hanno risposto dalla Casa Bianca, a fianco di due giganteschi alberi di Natale, ad alcune delle telefonate al programma Norad. Al termine della conversazione con Collman, il presidente sorrideva soddisfatto. In ogni caso, i genitori della bimba hanno detto di non essersi dispiaciuti di come il Presidente ha parlato alla bimba. “E’ pazzesco che sia diventato un problema, è Natale”, ha risposto a Buzzfeed il padre di Collman, Donald J Lloyd, “Mi piacerebbe tenere la politica fuori dal Natale. Non mi ha infastidito: mi piace parlare ai miei figli come ad adulti”. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin