tre novità ibride per Jeep


In occasione del salone Svizzero, il marchio Jeep svelerà le versioni ibride plug-in di Renagade e Compass, mentre per la Wrangler ci sarà una configurazione mild hybrid. Tutti e tre i nuovi modelli saranno in vendita a partire dal 2020.

Jeep Cherokee Restyling 2018

Sembra proprio che Jeep presenterà al Salone di Ginevra in programma dal 7 al 17 Marzo 2019, tre versioni ibride di alcuni suoi modelli di punta. Le SUV Renegade e Compass saranno, infatti, presto dotate di una variante plug-in, mentre la più selvaggia e dura Wrangler sarà proposta in versione mild hybrid.

Jeep Renegade e Compass ibride saranno costruite presso lo stabilimento italiano di FCA a Melfi, dove lo stesso gruppo ha recentemente investito 200 milioni di Euro per aggiornare la fabbrica e predisporla all’assemblaggio di questo tipo di veicoli. Dal punto di vista tecnico, il motore montato sui SUV sarà un ibrido plug-in dotato di un pacco batteria ricaricabile dalla presa domestica, in grado quindi di immagazzinare molta più energia rispetto alle ibride non ricaricabili.

Sfruttando questa architettura, Jeep promette che i suoi veicoli saranno in grado di percorrere fino a 50 km senza emissioni. La tecnologia che equipaggerà la Wrangler, invece, sarà importata direttamente dagli USA, dove è già possibile ordinare il veicolo con un motore 2.0 litri benzina abbinato a un sistema mild hybrid.

Al motore principale è quindi collegato un piccolo motore elettrico alimentato da una batteria a 48 Volt, che permette di inviare una spinta supplementare per aiutare il veicolo in determinate circostanze, come ad esempio la partenza in salita o al semaforo.

Siamo ancora comunque abbastanza lontani dalla commercializzazione sul mercato italiano di queste importanti novità: FCA ha infatti in programma di farle arrivare nel nostro paese soltanto nel primo trimestre del 2020. A inizio anno sarà la volta della Renagade, ad Aprile toccherà alla Compass mentre in estate arriverà la Wrangler.

Secondo i vertici del gruppo, questa nuova generazione di veicoli potrebbe rappresentare nel prossimo futuro il 20-30% delle vendite totali nel mondo, un progetto dunque molto atteso e ambizioso. Le nuove auto ibride, infine, permetteranno alla Jeep di poter rientrare nei limiti di emissioni previsti dalla UE evitando così di dover pagare sanzioni milionarie.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin