Torino, alla sindaca Appendino è arrivato un pacco bomba. Sospeso il Consiglio Comunale


Il pacco sarebbe certamente esploso se fosse stato aperto.

Pacco bomba per Chiara Appendino

Le minacce che da mesi la sindaca di Torino Chiara Appendino subisce oggi hanno raggiunto il loro apice con l’invio di un pacco bomba. A Palazzo Civico è stata infatti consegnata una busta contenente polvere esplosiva e un innesco: sarebbe certamente esplosa se fosse stata aperta.

Ma il pacco ha ovviamente insospettito i funzionari e così è stato sottoposto all’esame della macchina radiolina che ne ha svelato il contenuto. Si tratta di un ordigno molto simile ad analoghi ordigni di matrice anarchica che negli anni scorsi sono stati inviati a diverse persone.

Proprio da una minaccia simile era partita l’inchiesta che ai primi di febbraio ha portato allo sgombero di un centro sociale anarchico chiamato Asilo. La busta ora è stata messa in sicurezza e sono stati chiamati gli artificieri per disinnescarla. Intanto è stato sospeso il Consiglio comunale e rimandato a un altro giorno, mentre in Comune è arrivato il questore Francesco Messina.

Chiara Appendino è da un mese sotto scorta perché ha ricevuto diverse minacce. Sabato scorso c’è stata una manifestazione di protesta per lo sgombero dell’Asilo ed erano comparse scritte contro di lei sui muri del cimitero: “Appendino la scorta non ti basta”, “Spara Sparagna appendi Appendino”, “Appendino Carogna”.

La busta esplosiva è stata spedita da fuori Torino, quasi certamente prima della manifestazione di sabato scorso.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin