The Divine Comedy, quadri grotteschi post Brexit


Si scrive The Divine Comedy ma, a parte un paio di membri durati qualche stagione, è Neil Hannon la vera e sola mente di un progetto musicale che, nel corso degli ultimi 25 anni, ha prodotto dodici album in studio, due lavori operistici e uno da camera, un musical di enorme successo nell’East End, una composizione per organo al Royal Festival Hall e svariate collaborazioni (gli Air e Ute Lemper su tutti). Etichettato superficialmente come «pop da camera», l’universo musicale … Continua

L’articolo The Divine Comedy, quadri grotteschi post Brexit proviene da il manifesto.


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin