Tav, Salvini: “Analisi costi-benefici non mi ha convinto”. Toninelli: “Ne discuteremo senza pregiudizi”


Il ministro dell’Interno: “Più veloci viaggiano le merci e le persone e meglio è”.

Salvini e Toninelli su analisi costi-benefici Tav

Il vicepremier Matteo Salvini questa mattina, a margine della presentazione del Rapporto “Agromafie” ha risposto a una domanda sull’analisi costi-benefici relativa alla Tav e alla domanda se l’abbia convinto o no, lui ha risposto, secco, “no”, poi ha aggiunto che “in linea generale più veloci viaggiano le merci e le persone e meglio è”.

Intanto il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha detto che su questa analisi ne discuterà con la Lega “senza pregiudizi”:

“Tra noi e la Lega si è sempre discusso in maniera concreta e obiettiva, tra persone per bene, prive di pregiudizi. Noi non ne abbiamo, sono convinto che non ne abbia neanche la Lega […] Discuteremo mettendo sul tavolo tutto quello che è il bene collettivo del Paese. È evidente che la decisione è politica”

Toninelli ha attaccato Pierluigi Coppola, l’unico esperto della Commissione dissidente con l’analisi finale, tanto da non firmarla.

Già il Professore Marco Ponti aveva spiegato ieri che Coppola non era presente al momento delle conclusioni sull’analisi costi-benefici e il ministro ha aggiunto che “non faceva parte del team di lavoro di Ponti e ha dato un piccolo contribuito di un ingegnere che dice la sua”.

Quindi, secondo Toninelli, i “dati di partenza” sono quelli dell’analisi costi-benefici e ha aggiunto:

“Io confermo che il team di Ponti ha lavorato in maniera totalmente indipendente. Anzi sulla parte dei benefici dice si essere stato di manica larga e ne sono enormemente felice, perché il sottoscritto non ha alcun pregiudizio sull’opera”




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin