Taranto, 7 arresti per corruzione. In manette anche Martino Tamburrano



Sette persone sono state arrestate questa mattina dalla Guardia di Finanza di Taranto nell’abito di un’inchiesta per corruzione in merito all’ampliamento della discarica di Grottaglie. A finire in carcere sono state quattro persone, a partire dall’ex presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano, di Forza Italia.

Con lui sono finiti dietro le sbarre anche il dirigente della Provincia Lorenzo Natile, l’imprenditore Pasquale Lonoce e il procuratore speciale della discarica di Grottaglie, Roberto Venuti. Secondo l’accusa, l’iter amministrativo per concedere le autorizzazioni per i lavori di ampliamento dell’impianto sarebbe stato falsato in cambio di tangenti, così da assicurare i lavori a una particolare società attiva proprio nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Agli arresti domiciliari, invece, sono finiti Rosalba Lonoce, figlia dell’imprenditore in carcere, l’ex presidente dell’Amiu (Azienda Multiservizi e d’Igiene Urbana) Federico Cangialosi e l’ex dirigente dell’Amiu Mimmo Natuzzi.

Gli indagati sono accusati a vario titolo di corruzione e turbata libertà degli incanti.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin