svelata a Shanghai la prima elettrica del marchio inglese


Il salone di Shanghai é stata l’occasione per Aston Martin di presentare al mondo la sua prima automobile elettrica, la Rapide E. Si tratta di una super car a batteria con quattro porte e un motore da 612 CV, con batterie in grado di garantire un’autonomia di circa 322 KM. Impeccabili le linee della carrozzeria, con un design sempre pulito e ben riuscito, l’auto sarà prodotta in serie limitata in sole 155 unità


Aston Martin sfrutta l’occasione offerta dal salone di Shanghai per svelare in anteprima la sua prima vera automobile elettrica: la Rapide E. Si tratta di una vera e propria super car alimentata però a batteria, rendendolo il veicolo che anticipa il futuro lancio del marchio Lagonda, che svilupperà per conto della casa inglese esclusivamente auto a zero emissioni.

Le linee riprendono ed evolvono lo stile molto apprezzato e molto ben riuscito della tradizionale Rapide, con un disegno della carrozzeria armonioso e slanciato. Dal punto di vista tecnico, questa vettura ad alte prestazioni può contare su due motori elettrici posti nella zona posteriore, mentre all’anteriore trova posto il pacco batteria da 65 kWh.

La potenza complessiva é di circa 612 CV e 950 nm di coppia, garantendo così l’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 4,2 secondi, mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Per quanto riguarda l’autonomia, Aston Martin dichiara che l’auto é in grado di percorrere 322 KM omologati secondo il ciclo WLTP.

Grazie al potente caricatore, la Rapide E può essere ricaricata da casa in circa tre ore, mentre utilizzando il collegamento ad una colonnina di ricarica da 50 kW, l’auto può fare il pieno di energia elettrica in un’ora. Sfruttando il sistema di ricarica ultra fast da 100 kW, si ottengono invece 100 Km di autonomia in appena 12 minuti.

A migliorare é, inoltre, l’aerodinamica, con dettagli della carrozzeria rivisti proprio per migliorare il flusso aerodinamico, permettendo così al veicolo di risparmiare energia durante le fasi di marcia, a contribuire a questo risultato, anche i cerchi in lega, il cui disegno é stato pensato proprio per ottimizzare i flussi d’aria.

A evolversi sono anche gli interni, con l’introduzione di un nuovo display da 10″ al posto della tradizionale strumentazione analogica.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin