Sul Lago di Como le auto più belle del mondo


Dall’Alfa Romeo 8C 2900 Touring Berlinetta regina di Pebble Beach, alla Lagonda V12 Redfern Tourer del 1939, all’Alfa Romeo 1900 SS La Flche carrozzata Vignale, alla Lancia Astura Cabriolet Pinin Farina del 1938. E poi le Ferrari 250 GT Competizione e 275 GTB /4, l’ Aston Martin V8 Vantage del 1985 di Elton John: un vero parterre de rois quello che sfila in questo week end al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este organizzato dal BMW Group Classic, dal Grand Hotel Villa d’Este, e da BMW Group Italia. Cinquanta vetture suddivise in otto classi che rappresentano il meglio della produzione automobilistica mondiale, affiancate da una sezione dedicata a prototipi e concept cars, e alle motociclette ( e fra le moto viene esposta anche una bellissima BMW R75/5, di cui ricorrono i 50 anni ) .

L’anniversario

Un’edizione speciale, quella del 2019 per la grande kermesse sul Lago di Como, che festeggia i 90 anni dell’evento ma anche i 90 anni di BMW nella produzione di automobili. E il tema prescelto non a caso The Symphony of Engines- 90 Years of the Concorso d’Eleganza Villa d’Este & BMW Automobiles: nel 1929 si teneva infatti nel parco del Grand Hotel Villa d’Este la prima edizione del concorso, mentre in Germania BMW, gi attiva nella produzione di motori per aeroplani e motociclette, presentava la prima automobile di serie, la BMW 3/15 PS DA2. Tante le potenziali Best in Show di quest’anno : tutte vetture che hanno scritto capitoli fondamentali della storia dell’auto. Come l’Alfa Romeo 8C 2900, considerata la vettura pi avanzata mai prodotta dalla casa di Arese. Quando nel 1936 venne presentata ed utilizzata dalla Scuderia Ferrari per vincere la Mille Miglia, era, semplicemente, la vettura stradale pi veloce del mondo- spiega lo storico dell’auto Massimo Delb- e sicuramente sar una delle pi applaudite quest’anno a Villad’este dopo aver vinto il Best in Show a Pebble Beach nel 2018. O la Lamborghini Marzal disegnata nel 1967 da Marcello Gandini per la Carrozzeria Bertone, su una meccanica Lamborghini: un’auto cos stupefacente ed innovativa che, quando Sua Altezza Serenissima Principe Ranieri di Monaco la vide, la scelse per il giro di parata, assieme a sua moglie Principessa Grace, appena prima del Gran Premio di Monaco. Sotto i riflettori, per gli amanti dei pedigree a quattro ruote, oltre alla BMW 507 di Elvis Presley restaurata da BMW Classic, fuori concorso, la Lamborghini Miura appartenuta a Little Tony iscritta nella sezione Musical Stars’ Cars: il cantante di Miura ne compr addirittura tre, tra cui la P400S del 1971 telaio numero #4797 portata a Villa d’Este da un collezionista italiano, di recente certificata dal Polo Storico di Lamborghini, una delle sole 6 Miura verniciate in colore Azzurro Mexico.

Le concept

Tra le concept, sfilano nella categoria del Concorso riservata ai prototipi una Peugeot e-Legend, prototipo di una elettrica a guida autonoma dallo stile rtro, accanto alla Touring Scidipersia Cabriolet, la Pininfarina Battista, la Austro Daimler Bergmeister ADR 630 Shooting Grand, la Panther ProgettoUno e la Bugatti Voiture Noire, supercar da 11 milioni di dollari realizzata in esemplare unico. E per festeggiare i 90 anni del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, Pirelli torna in qualit di partner ufficiale esponendo la gamma “Collezione”: pneumatici pensati per le auto classiche unendo le pi moderne qualit costruttive a sembianze prettamente retr , come nel caso P-700 Z da 16” che debutta a Villa d’Este, appositamente riprogettato per la BMW Z1. Era proprio un Pirelli Superflex Cord, soprannominato il “pneumatico delle vittorie” a gommare l’Isotta Fraschini Tipo A ( dentro al cofano il primo motore in linea a otto cilindri della storia ) vincitrice della prima edizione del Concorso di Eleganza Villa d’Este nel 1929 . Lo stesso pneumatico montato sull’Alfa Romeo P2, che con Ascari/Campari vinse nel 1925 il primo Campionato Automobilistico del Mondo.

24 maggio 2019 (modifica il 24 maggio 2019 | 12:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina Ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/motori.xml

Autore dell'articolo: admin