Sul caso Siri Di Maio ha sollevato la questione morale


Siri Di Maio questione morale

Pierpaolo Scavuzzo / AGF


Armando Siri




“Sulla questione morale non arretriamo. Comunque si chiami il sottosegretario, sia del Movimento o di un partito alleato, le regole si rispettano. Questo deve essere ben chiaro, lo diremo sempre”. Lo ha detto Luigi Di Maio, capo politico M5s e vicepremier, alla presentazione del programma per le elezioni europee del 26 maggio, facendo riferimento implicito al sottosegretario ai trasporti Armando Siri indagato per corruzione.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin