Strage sul Tigri, la rabbia di Mosul contro il governo



«Non è stato sufficiente che Daesh si prendesse i nostri cari? Oggi perdiamo altre persone. Perché?». Una donna in lacrime affida a Kurdistan24 tutta la rabbia di una città, Mosul, che mai si è risollevata dalla tragedia dell’occupazione islamista. Ieri la protesta contro «corruzione, distruzione e avarizia» è esplosa dopo l’affondamento di un traghetto sul Tigri giovedì: 103 morti, 50 dispersi, 55 sopravvissuti. Era sovraccarico, a bordo il triplo delle persone previste. Festeggiavano il Newroz, il nuovo anno nella tradizione … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin