“Strage con aggravante del terrorismo”



Ousseynou Sy, il sequestratore del bus dei bambini di Crema, “ha ammesso la premeditazione, cioè di aver ponderato da giorni” la sua azione. A riportarlo è stato il Pm Alberto Nobili, responsabile dell’antiterrorismo milanese, nel corso di una conferenza stampa, aggiungendo che Ousseynou Sy “ha detto di aver fatto tutto da solo, non ha ricevuto nessuna direttiva e non ha consultato nessuno, ma ha agito in un momento di esasperazione contro la attuale situazione migratoria“.

Il Pm ha poi aggiunto un altro elemento a controprova della premeditazione: “Aveva già registrato un video che aveva diffuso tra amici vari, anche in Senegal, per dire ‘Africa sollevati’ e chiedere ai suoi connazionali di non venire più in Europa, ma di punire l’Europa per la sua politica inaccettabile“. Dopo l’arresto Ousseynou Sy ha cercato di ridimensionare la sua azione dicendo che “non voleva fare male a nessuno e voleva arrivare a Linate e da lì prendere un aereo e scappare in Senegal“. Una versione ovviamente poco credibile alla luce delle testimonianze e della determinazione messa in atto.

L’uomo ha detto di non aver alcun legame con l’Isis o con altre organizzazione terroristiche ed ha ribadito di aver agito perché “esasperato dall’attuale situazione migratoria“. Francesco Greco, Procuratore di Milano, ha definito “un miracolo” il lieto fine di questa vicenda: “poteva essere una strage, sono stati eccezionali i Carabinieri sia a bloccarlo che a tirare fuori tutti i bambini“. Greco ha poi precisato che a carico di Ousseynou Sy “è stato aperto un fascicolo per strage e sequestro di persona, con l’aggravante del terrorismo“.

L’avvocato di Ousseynou Sy, Davide Lucchini, ha confermato che l’uomo non è religioso: “Non ha mai dichiarato di essere vittima di razzismo, lui è ateo e non ha nessun aggancio per cui si possa ipotizzare un legame col terrorismo. Voleva compiere un gesto eclatante perché crede che il tema migratorio sia sottovalutato dall’opinione pubblica, e perché come senegalese sente questo tema sulla sua pelle: quei morti in mare, mi ha detto, sono suoi fratelli


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin