Sposarsi e poi ognuno a casa propria. La nuova moda ( o necessità) cinese


cina matrimoni

Li An / XINHUA
 


 Una coppia di giovani sposi cinesi sulla metropolitana di Zhengzhou




Un nuovo termine è divenuto popolare tra i netizens cinesi “Naked marriage”- significa si sposano senza comprare la casa, la macchina, l’anello di diamanti, cioè un matrimonio senza niente.

La coppia nuova fa semplicemente così: scatta una foto insieme e va al comune a ritirare i certificati del matrimonio. Tutto qui.

La tradizione cinese vuole che la garanzia fondamentale per un matrimonio sia la casa e che le nozze non siano nemmeno immaginabili senza un tetto sulla testa. Ma alcuni anni fa, ricorda il China Daily, uscì un articolo, diventato virale, che parlava dei cosiddetti “schiavi della casa”. Descriveva la situazione reale dei giovani – specialmente la generazione nata negli anni ’80 – costretti ad affrontare i prezzi impossibili del mercato immobiliare per potersi sposare e poi andare magari incontro alle disastrose conseguenze dell’impossibiltà di pagare le rate di un mutuo.

Il “naked marriage” viene così visto come una risposta all’aumento dei costi della vita nelle città di prima fascia (metropoli per esempio). Un’indagine mostra che il 43% degli intervistati è pronto ad accettare questio tipo il matrimonio. I più ben disposti sono gli uomini, con l’80%, ma la percentuale è alta anche tra le donne: 70% 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin