Spettacolo e anarchia: cinema dell’utopia



Lluís Miñarro riscrive il mito evangelico di Salomè. E lo scaraventa nel cuore del deserto iracheno, in un incubo di sole e polvere che consegna allo sguardo i macabri rituali di Abu Ghraib. Il valenciano Luis García Berlanga, nel 1952, sbeffeggiava Truman nei pressi di Villar del Río (¡Bienvenido, Mr. Marshall!). Miñarro, da buon catalano, è ancora più estremo nella sua smania di astrattismo: la bandiera a stelle e strisce viene eclissata fuoricampo, nel limbo delle allusioni, e l’amarezza del … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin