Sparatoria ad Utrecht, Gokmen Tanis aveva un movente personale?


All’indomani della sparatoria ad Utrecht, in Olanda, il movente è ancora tutto da verificare. Non appena è stata diffusa l’identità della persona che ha aperto il fuoco, il 37enne di origine turca Gokmen Tanis, è stato facile fare il collegamento con quanto accaduto in Nuova Zelanda, ma le indagini sono ancora in corso e in queste ora sta prendendo corpo l’ipotesi che l’uomo abbia agito per questioni personali.

Gli inquirenti non possono escludere che Tanis possa esser stato spinto da un movente terroristico, ma è guardando al suo passato che compaiono elementi che fanno propendere per un’altra possibilità: il 37enne ha numerosi precedenti per spaccio di droga e tentato omicidio, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza e solo pochi giorni fa, il 4 marzo scorso, era iniziato il processo che lo vedeva imputato per stupro.

La vittima di quella violenza si è detta certa che Tanis, ieri pomeriggio, volesse andarla a cercare:

Quando ho saputo quello che aveva combinato sul tram e che era lui il ricercato ero sicura che stesse venendo a cercarmi, così ho immediatamente chiamato la polizia. Ci siamo frequentati per anni con Gokmen, è un pazzo totale. Più che una relazione sentimentale il nostro era un rapporto basato sul consumo di coca.

Una lettera rinvenuta nell’auto che Tanis aveva preparato per la fuga avrebbe già messo gli inquirenti sulla strada giusta, ma al momento tutto resta avvolto dal massimo riserbo. Anche i vicini di casa nel quartiere di Kanaleneiland e i conoscenti hanno descritto il 37enne come un criminale piuttosto che un terrorista.

Tanis, responsabile della morte di tre persone e del ferimento di tre persone, è stato arrestato poco dopo la sparatoria e sarà nuovamente interrogato nelle prossime ore.

Gokman Tanis sospetto per attentato di Utrecht del 18 marzo 2019


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin