Spagna, il bimbo Julen caduto nel pozzo è stato trovato morto


Gli scavi per recuperarlo sono durati 13 giorni.


Purtroppo non poteva essere altrimenti: il piccolo Julen, il bimbo di due anni caduto in un pozzo 13 giorni fa, è morto e il suo corpo è stato recuperato questa notte, all’1:25. A dare l’annuncio è stata la Guardia Civil che ha twittato:

“Disgraziatamente… nonostante tanti sforzi da parte di tanta gente, non è stato possibile… #RIPJulen”

e ha fatto le “più sincere condoglianze” alla famiglia del bambino, mentre il ministero dell’Interno ha scritto:

“Dopo giorni di intense ricerche e lavoro instancabile, il corpo del piccolo Julen è stato trovato senza vita nel pozzo di Totalan”

Ricordiamo che Totalan è una località vicino a Malaga. Il padre di Julen ha avuto un malore ed è stato soccorso dal personale medico che era presente sul posto con un’ambulanza.

Il bimbo era caduto ben oltre cento metri sotto terra e per recuperare il corpo gli uomini della Brigada de Salvamento Minero hanno dovuto scavare una galleria da un pozzo ausiliare e nell’ultimo tratto, a causa della presenza di grosse rocce, hanno dovuto usare delle piccole cariche esplosive.

Intanto è ancora in corso l’inchiesta della Guardia Civil che sta accertando come sia potuto succedere, come ha fatto il bambino a cadere nel pozzo. I genitori, José Roselló e Victoria García, vivono nel quartiere di El Palo, a Malaga, ai piedi della montagna dove si trova Totalan. Non è la prima tragedia per loro: nel 2017 hanno perso un altro figlio, Oliver, che mentre passeggiava sulla spiaggia con mamma e papà, a soli tre anni, si è accasciato ed è morto.

Oggi, davanti al municipio di Malaga, alle ore 11 sarà osservato un minuto di silenzio per Julen e per tre giorni è stato dichiarato il lutto cittadino.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin