Sopravvivere o resistere al chiarore delle lucciole



In «Come le lucciole»(2009) Didi-Huberman perora la causa di una «politica delle sopravvivenze». Pur esprimendo ammirazione nei confronti di Pasolini e Agamben, assume una posizione critica nei confronti di quella che egli considera, una loro visione «apocalittica» senza via d’uscita. Nel 1973 Pasolini affermava che mentre il fascismo non era riuscito a sconfiggere le «culture particolari», «oggi, al contrario, l’adesione di modelli imposti dal Centro è totale e incondizionata». Due anni dopo paragonava il tramonto delle particolarità, il processo inesorabile … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin