“Sono border-line. Prendo sempre le medicine per non cadere nel burrone”


Ospite a Domenica In da Mara Venier, Ornella Vanoni ha anche parlato della sua depressione. “Sono border-line, mi devo curare finché campo”, spiega.

Sempre lei, l’incredibile ed inimitabile Ornella Vanoni, che ospite oggi a Domenica In da Mara Venier, si è lasciata andare parlando del suo passato, come del suo presente e di una cosa che da sempre l’ha caratterizzata: la malinconia.

“La tua grande malinconia è sempre stata molto affascinante” dice Mara Venier, prima di porgerle una domanda sulla sua depressione. Ma Ornella la interrompe: “Per me non è affascinante. Quando canto una canzone sono ancora oggi molto malinconica, ma bisogna cercare di uscire dalla malinconia prima che si trasformi in depressione” spiega.

La depressione ha caratterizzato per anni la vita della Vanoni: “La gente la depressione non la capisce. La guardano con diffidenza, pensano che se ti curi dalla depressione poi rimani con qualcosa che non va nel cervello. Moltissime persone dicono ‘Ah, ma io le medicine non le prendo perché poi ti cambiano il cervello’. No, col cavolo, non è vero. Semplicemente se le medicine le prendi, ti curano e tu non cadi più in depressione” si fa seria Ornella Vanoni, prima di tornare subito dopo sull’argomento:

“Un giorno andai dal mio medico di fiducia che, non potendone più di vedermi, mi disse: ‘Senta, lei deve accettare di essere border-line. Cosa deve fare? Prendere le medicine e non smetterla di prenderle più. E non si faccia più vedere’. Io da quel giorno prendo le medicine, sempre, ogni giorno, tutte le mattine e tutte le sere. Perché è vero: sono border-line, sono sempre lì sul bilico del burrone. Ma grazie alle cure nel burrone non ci cado più. Però non bisogna mai smettere di curarsi”

Ornella

torna poi a parlare della sua ritrovata serenità: “Sono molto più felice ora che quando ero giovane. Amo follemente la mia vecchiaia. Invecchiando si diventa un po’ infantili, ti rendi conto che il domani non è poi più così certo e quindi con la vecchiaia diventi libero, come un bambino. Ad oggi sono libera, libera di dire quello che voglio, senza farmi problemi ma vivendo la mia vita serenamente. Sì, sono serena”.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin