“Silurata dalla Rai, porto la mia striscia sul web”


Silurata dalla Rai, la striscia informativa di Maria Giovanna Maglie si sposta sul web.

“Se mi hanno silurata dalla Rai? Direi proprio di sì”. A parlare è Maria Giovanna Maglie, giornalista dalle opinioni forti che avrebbe dovuto condurre una striscia quotidiana sulla Rai 1 di Teresa De Santis. Qualcosa, però, è andato storto. “Ero molto scettica. Non ho mai creduto che mi potessero dare quella striscia, fino alla fine. Quando mi hanno chiamato dicendomi: ‘Questo è il budget, indicaci gli autori, gli inviati e dicci quanto vuoi’, confesso, ci ho creduto”, racconta al quotidiano La Verità.

C’era già anche il titolo della trasmissione: Chiaro e tondo. “Sono scienziati. Ma devo ringraziare Teresa De Santis per averci pensato”. Ma chi l’ha fatta fuori? “Nuovi schieramenti e vecchi rancori”, dice lei in un primo momento. Poi, a domanda specifica sul Movimento 5 Stelle come artefici del blocco in Rai, risponde: “Così mi hanno detto. Paragone? Mi auguro abbia cose più importanti da fare”. Intanto, quella striscia, la fa sul web tre volte alla settimana. “Il mondo dei social è straordinario”, dice. “Ed è bello fare questa avventura con Francesca Chaouqui“. Maglie Strette, questo il nome, è prodotta dalla società di comunicazione Viewpointstrategy proprio della Chaouqui, definita dalla stampa come il “corvo del Vaticano” (ricorderete la vicenda Vatileaks2).


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin