Si ferma il parlamento, non le trivelle



Non bloccano le trivelle, ma i lavori del parlamento sì. Le annunciate correzioni del Movimento 5 Stelle al decreto omnibus, per paradosso battezzato «semplificazioni», (teoricamente) in discussione al senato, non sono accettate dalla Lega. Che non ci sta a mettere la sua firma, e i suoi voti, sullo stop di un anno e mezzo alla ricerca di idrocarburi accompagnato dall’aumento dei canoni di concessione: «Si rischia la tenuta economica delle aziende coinvolte e la perdita di posti di lavoro», è … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin