«Si dimetta», nella bufera il capo degli 007 tedeschi per i fatti di Chemnitz



Prima il negazionismo della caccia allo straniero dei neonazi a Chemnitz; poi le informazioni sensibili girate sottobanco ai fascio-populisti di Alternative für Deutschland. Hans Georg Maassen, presidente del BfV (il controspionaggio federale) è al centro della bufera dopo l’evidenza delle sue attività tutt’altro che impeccabili sotto il profilo istituzionale e della sicurezza. Ieri la Spd ha chiesto le sue immediate dimissioni dopo la prova del suo incontro del 13 giugno con Stephan Brandner, presidente della commissione legale del Bundestag e … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin