si aggrava la crisi, il presidente sospende il  Parlamento



 Il giorno dopo aver nominato a sorpresa primo ministro l’ex presidente Mahinda Rajapaksa, il presidente dello Sri Lanka, Maithripala Sirisena, ha sospeso il Parlamento fino al 16 novembre. Il presidente ha anche invitato formalmente Ranil Wickremesinghe a dimettersi da primo ministro e e mettersi da parte. Si aggrava dunque la crisi in Sri lanka. Poche ore dopo aver ‘defenestrato’ il suo ex alleato, il presidente ha installato come nuovo premier l’ex presidente, Mahinda Rajapakse. Tuttavia, Wickremesinghe continua ad occupare Temple Trees, la residenza ufficiale del primo ministro, e ha insistito in una lettera inviata a Sirisena nel sostenere che è ancora in carica: sostiene che può essere rimosso solo dal Parlamento, dove il suo partito controlla la maggioranza, e ha anche promesso di agire in giudizio contro quella che ritiene essere una mossa anticostituzionale. 
 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin