Servizio Tgr Emilia Romagna su Predappio, ad Rai Salini chiede spiegazioni


L’amministratore delegato della tv pubblica sarebbe irritato per il servizio andato in onda nel telegiornale regionale trasmesso su Rai3

Il caso del servizio della Tgr Rai sulla commemorazione di Benito Mussolini a Predappio finisce sul tavolo dell’amministratore delegato della tv pubblica Fabrizio Salini che, a quanto si apprende (ma non ci risultano comunicati stampa ufficiali), ha manifestato forte irritazione. Salini avrebbe visto il servizio e chiesto una relazione dettagliata al direttore della Tgr, Alessandro Casarin. Quest’ultimo, già stamattina, a seguito delle proteste del parlamentare del Pd Michele Anzaldi che, di fatto, ha sollevato il caso, aveva preso le distanze – con una nota ufficiale – da quanto trasmesso nel telegiornale regionale.

I suoi contenuti non corrispondono alla linea editoriale. Linea editoriale che, come ho illustrato alle 24 redazioni della Tgr, si basa sul principio di una informazione equilibrata, a garanzia di un contradditorio in tutti i servizi, dalla politica alla cronaca. Equilibrio che deve rispettare la storia della democrazia italiana. D’intesa con l’azienda saranno effettuate le valutazioni del caso.

Anche il comitato di redazione della Tgr della sede dell’Emilia Romagna si era dissociato dai contenuti del servizio spiegando in un comunicato che la messa in onda “è stata decisa dal caporedattore” della sede Rai bolognese. E aggiungendo:

La Rai servizio pubblico trova il suo fondamento nel Contratto di servizio, che è strettamente ancorato alla Costituzione italiana, antifascista e antirazzista. Pertanto non è ammissibile qualunque servizio che esca da questa cornice o – peggio – una assurda presunta par condicio tra neofascismo e antifascismo.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin