Serena Grandi parla di politica, elogia Tinto Brass e critica Claudia Koll


Serena Grandi parla a Libero e non esclude un ingresso in politica: “Lo farei volentieri, mi occuperei di sociale”. Complimenti a Tinto Brass: “Un gentiluomo, Claudia Koll irriconoscente, rinnega il passato”

Serena Grandi non esclude un ingresso in politica: “Lo farei volentieri occupandomi del sociale”, confessa l’attrice in un’intervista a Libero. “Ho votato Salvini e ho fiducia in lui, spero non mi deluda. Credo che stia cercando di dare nuovamente dignità al nostro paese e ne avevamo bisogno. Riacquistare la nostra dignità di popolo, Salvini sta lavorando su questo”.

La Grandi parla anche di Tinto Brass al quale riserva solo elogi e complimenti:

Tinto è un gentiluomo, un uomo straordinariamente galante; colto e profondo a tal punto che è riuscito a fare del “cinema erotico” una cifra stilistica estetica straordinaria. Non ha mai sfiorato nemmeno una spalla delle persone che hanno lavorato con lui; il rispetto è stato sempre il punto di partenza della sua professionalità. Anzi, non sapete quante ragazze avevano voglia di saltargli addosso e lui invece le fermava con eleganza”.

La Grandi non rinnega dunque l’esperienza in Miranda. Al contrario lo definisce un “ricordo meraviglioso”.

Lavorare e conoscere il maestro è stato decisivo per la mia carriera – prosegue – sapevo che avendomi scelto ed io accettato quel ruolo non mi sarei più tolta di dosso l’ idea della “icona sexy”. Ma ho scelto di farlo perché sapevo che Tinto Brass mi avrebbe insegnato il mestiere di attrice. Sarò per sempre riconoscente a lui e alla sua arte”.

Non manca una stoccata a Claudia Koll: “Non amo chi riconoscente non è e chi fa la suora rinnegando il passato. Non metto in dubbio la sua scelta di fede, anzi me ne compiaccio, ma rinnegare un periodo storico dove faceva i film erotici lo trovo ipocrita”.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin