«Se hai paura, annusa il profumo della mamma». Le lettere di Sophie, malata terminale, alla figlia


Sophie George ha solo 27 anni, ma un male terribile se la sta portando via. Per i medici, le rimane solo un anno di vita. E allora Sophie, che oltre a essere una giovane donna è anche una mamma, ha trovato il modo per cercare di essere comunque accanto alla sua bambina, Marcie, di un anno. Anche quando non ci sarà più.

Non solo mal di testa: i possibili sintomi di un tumore al cervello


Non allarmarsi, ma parlare col medico senza perdere tempo


Sophie George, di Calcton-on-Sea, Gran Bretagna, ha un glioblastoma, uno dei tumori cerebrali più aggressivi. L’ha scoperto a febbraio: i medici le hanno dato diciotto mesi di vita. E Sophie ha deciso di usare questo tempo per realizzare alcuni dei suoi sogni, ma anche per lasciare qualcosa di indelebile alla sua bambina, Marcie, di un anno.

Sophie a settembre sposerà Jay, suo compagno e padre della sua bimba, poi ha in progetto alcuni viaggi tutti insieme. E non finisce qui. Perché da madre, Sophie vuole soprattutto lasciare qualcosa alla sua bambina, per tutti i momenti in cui non potrà esserle accanto. E allora ha deciso di scrivere una lettera per tutti i momenti più importanti della vita futura della bambina: dal primo giorno di scuola, ai compleanni, alle prime delusioni amorose, fino al matrimonio e all’arrivo di un figlio.

«Voglio che nell’arco della sua vita senta che la sua mamma è accanto a lei – ha raccontato – per questo sto scrivendo le lettere, per tutti quei momenti in cui avrà bisogno di sua madre e io non ci sarò. Deve sapere che anche da lassù veglierò su di lei e la terrò al sicuro. E sarà per sempre». Molte lettere, Sophie le ha già scritte, come quella per il primo giorno di scuola: «Mia cara Marcie – si legge – Oggi è il tuo primo giorno di scuola e anche se la mamma non è lì per tenerti la mano o dirti “ciao” mentre entri nella tua classe, io veglierò su di te e ti proteggerò. C’è un fazzoletto di carta nella tua cartella che papà ha spruzzato con il profumo della mamma: se ti spaventi, annusa il profumo della tua mamma e vedrai che tutto andrà bene. Può darsi che alcuni bambini non si comportino in modo molto gentile con te e tu potresti sentirti triste, ma non preoccuparti, tua madre ti amerà sempre moltissimo. Ogni volta che ti senti triste, dai una stretta ai tuoi orsacchiotti e sentirai la voce di mamma».

22 agosto 2018 (modifica il 22 agosto 2018 | 17:24)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/salute.xml

Autore dell'articolo: admin