“Se cade il governo mi ricandido e chiedo deroga a regola dei due mandati”


La regola dei due mandati al massimo per i pentastellati taglierebbe fuori Luigi Di Maio.

Alessandro Di Battista si ricandida

Alessandro Di Battista è stato ospite a Otto e Mezzo su La7 e ha risposto alla domanda sull’ipotesi di una caduta del governo Lega-M5S e una sua eventuale ricandidatura dicendo che si ricandiderebbe al cento per cento. Ha anche detto che secondo lui in caso di fine di questa legislatura servirebbe una deroga alla regola dei due mandati per i parlamentari pentastellati, altrimenti Luigi Di Maio resterebbe tagliato fuori.

Per quanto riguarda i rapporti con Salvini e la possibilità che sia lui a far cadere il governo, visto che sarebbe certo di vincere le eventuali prossime elezioni, Di Battista ha detto:

“Mi auguro da cittadino che il governo non cada, se Salvini vuole far cadere il governo per ragioni elettorali sono affari suoi”

E ha aggiunto:

“Salvini è efficace in questa fase ma attenzione perché anche Renzi è stato efficace, in una certa fase. Ma tra essere furbi e essere bravi, c’è una bella differenza…”

Chi viene costantemente attaccata da Salvini è la sindaca di Roma Virginia Raggi, che Di Battista difende a spada tratta:

“La sosterrò sempre, mi auguro che questi ultimi due anni siano migliori. Sostengo Virginia Raggi in modo ancora più forte. Raggi ha contro tutto e tutti. Io sarò sempre grato a questa donna coraggiosa”

Di Battista in questi giorni sta promuovendo il suo libro, che ha causato qualche tensione con Luigi Di Maio, il quale ha detto di non averlo ancora letto. “Dibba” commenta:

“Sono attivista del M5S, esponente, mi sono guadagnato sul campo il diritto e il dovere di dire la mia. Questo libro, chi lo ha letto lo sa che è un atto di amore verso il Movimento in una fase di sviluppo e di passaggio, è stato un anno difficile. È a sostegno del Movimento e di Luigi Di Maio. Sostengo molto il Movimento”

E ha raccontato un passaggio del suo libro svelando:

“Nel mio libro scrivo di quando ho mandato un sms a Salvini scrivendogli: ‘Molla Berlusconi, mollalo sul serio non solo il partito ma i costumi e gli usi del berlusconismo'”


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin