Scandaloso triangolo, con femminicidio



Mentre rileggevo Luna di miele (uscito per la prima e unica volta nel 1945, e ora meritoriamente riproposto da La Nave di Teseo, € 17,00, pp. 174) mi chiedevo come sarebbe stato giudicato un romanzo come questo se non fosse stato scritto un «autore di genere», come viene ancora riduttivamente etichettato Giorgio Scerbanenco. Si tratta di un romanzo conturbante, assolutamente originale nell’ambito della narrativa italiana coeva, che concede ben poco al facile intrattenimento. Al centro della storia c’è quello che … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin