Sarfatti, moderna classicità in un buio crinale



«È un’opportunità per non proseguire nella più frequentemente adottata censoria latenza che, forse, ha significato anche diffusa incapacità di elaborazione del trauma e un’acritica rimozione di fattori ereditari che hanno fatto perdere di vista pure la possibilità di una più autentica coscienza europea in riferimento all’idea di modernità». Una mostra in due sedi come quella dedicata a Margherita Sarfatti (1880-1961) da istituzioni italiane di primo piano, il Mart di Rovereto – in incipit, il direttore Gianfranco Maraniello – e il … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin