Sara Di Pietrantonio, appello bis per aumentare la pena per Paduano


La Corte di Cassazione ha deciso di accogliere oggi il ricorso della Procura di Roma e disporre così un nuovo processo d’appello per Vincenzo Paduano, l’ex guardia giurata condannata in secondo grado a 30 anni di carcere per l’omicidio dell’ex fidanzata Sara Di Pietrantonio, strangolata e data alle fiamme il 29 maggio del 2016 a Roma.

Paduano era stato condannato all’ergastolo in primo grado e in appello si vide ridurre la pena a 30 anni di carcere. Il procuratore generale della Cassazione aveva impugnato quella sentenza, ritenendo giusta la condanna dell’imputato all’ergastolo, senza la concessione di alcuna attenuante. Oggi, in aula, il pg Stefano Tocci aveva dichiarato:

Vincenzo Paduano è responsabile di tutti i reati che gli sono stati contestati, e non devono essergli concesse attenuanti: piuttosto, va celebrato un processo d’appello bis per valutare la sua condanna all’ergastolo.

I giudici della prima sezione penale della Cassazione gli hanno dato ragione e, respingendo il ricorso di Paduano, che chiedeva le attenuanti generiche, hanno annullato con rinvio quella sentenza di secondo grado, affidando ad un’altra sezione della Corte d’Appello di Roma il compito di esprimersi sulla vicenda.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin