Salvini: “Rapporti con i 5 Stelle? La Lega ora è al 30%…”. E sul dl sicurezza bis: “Subito il Cdm”


Il leader del Carroccio ha rilasciato interviste al Corriere della Sera e a Mattino 5.

Matteo Salvini intervista Corsera e Mattino 5

Il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha rilasciato un’intervista che è stata pubblicata oggi dal Corriere della Sera e ha parlato dei rapporti tesi con il MoVimento 5 Stelle. Se da una parte Luigi Di Maio sostiene che il legame si sia incrinato dopo il caso Siri, il leader della Lega, invece, ha un’altra motivazione:

“Molto banalmente: in tutte le Regionali la Lega ha vinto. Il governo è partito nel marzo 2018 con la Lega al 17 e i 5 Stelle al 30% e molto probabilmente con il voto di domenica vedremo che le proporzioni si sono invertite. Ma a me non importa, io sono davvero per il lavoro di squadra”

Insomma, da una parte sfodera i sondaggi, dall’altra dice che non gli importano e che con Di Maio lavora bene:

“Io con Di Maio ho lavorato bene. E sono convinto che da lunedì torneremo a lavorare come abbiamo sempre fatto. E come i provvedimenti approvati dimostrano”

Nel corso dell’intervista Salvini ha detto più volte di non voler commentare le critiche che gli sono state rivolte dai suoi colleghi di governo pentastellati, ma poi, puntualmente lo ha fatto:

“Sono riusciti a imputarmi il fatto che non fosse stato espulso l’infame che a Modena ha dato fuoco alla palazzina. La notizia sapete quale è? Che sarà espulso grazie al decreto Salvini, appurato che si era finto minorenne. Ma ripeto: io non rispondo”

Inoltre ha lanciato una frecciatina a Di Maio per quanto riguarda i rapporti con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo politico del M5S, infatti, ha detto che Salvini vuole litigare anche con il Quirinale (causa decreto sicurezza) dopo averlo fatto con la CEI, il Papa e via dicendo, ma Salvini ha risposto ricordando che l’anno scorso fu proprio Di Maio a parlare di impeachment ai danni di Mattarella:

“Io ho sempre avuto il massimo rispetto di tutte le istituzioni. Non ho certamente mai chiesto l’impeachment del Presidente della Repubblica. Io ho fatto i compiti, i 18 articoli del decreto inclusa la norma transitoria sono stati corretti e ci sono le risorse. Sono finanziati da 30 milioni di euro integralmente coperti da fondi del ministero dell’Interno”

E a proposito del decreto sicurezza bis e il fatto che deve essere ridiscusso in Consiglio dei Ministri, Salvini ha detto:

“Io non faccio guerre. Se andasse la settimana prossima non cade il mondo ma vorrei capirne il motivo”

Poi questa mattina, ospite di Mattino 5 su Canale 5, Salvini ha ribadito:

“Sarebbe un peccato perdere tempo, nel decreto sicurezza bis ci sono articoli contro la camorra, assunzioni per far eseguire le pene. Io sono pronto, mi aspetto la convocazione del Consiglio dei Ministri


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin