Salvini fa il buono: «Riaprirò i corridoi umanitari»



Nato già come un vertice ristretto a pochi Paesi, il G6 dei ministri degli Interni che si è chiuso ieri a Lione è stato ulteriormente ridimensionato dall’assenza dei rappresentanti di Francia e Germania. Assenze giustificate visto che il primo, Gerard Collomb, è dimissionario e il secondo, Horst Seehofer, è impegnato in una difficile campagna elettorale in Baviera che si chiuderà con il voto di domenica. In mancanza di forti oppositori, per Matteo Salvini è stato facile rubare la scena. E … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin