Rose, la donna che ha vissuto per 99 anni con gli organi al contrario


Rose Marie Bentkey, americana dell’Oregon, morta lo scorso anno all’et di 99 anni e ha vissuto l’intera vita in buona salute, senza sapere di avere gli organi interni invertiti. La condizione molto rara chiamata situs inversus con levocardia e porta ad avere invertiti la maggior parte degli organi vitali, quasi come ci fosse uno specchio all’interno del corpo. In particolare nel cuore l’atrio sinistro e il ventricolo sinistro sono tutti spostati a destra, in posizione invertita rispetto alla classica anatomia del muscolo cardiaco. Probabilmente mai nessuno avrebbe scoperto questa strana situazione, se la donna non avesse deciso di donare il suo corpo alla scienza per permettere agli studenti di medicina di studiare gli organi da vicino.

L’incredulit degli studenti (e del professore)

Il corpo Rose Marie Bentkey, morta per cause naturali, era stato assegnato lo scorso anno a Warren Nilsen e ad altri quattro studenti. Quando i cinque cominciarono a sezionare il cadavere, nessuno di loro riusciva a individuare la vena cava, condotto venoso che porta il sangue deossigenato da organi e tessuti al cuore, per essere poi riossigenato dai polmoni e rimesso in circolo. Gli studenti chiamarono allora il professore, piuttosto sconcertato dal fatto che i suoi futuri medici non fossero in grado di identificare un vaso sanguigno tanto semplice da riconoscere. Ma la verit era che la vena cava non c’era. O almeno non era l dove avrebbe dovuto essere. La vena cava era infatti collocata a sinistra della spina dorsale e non a destra dove avrebbe dovuto trovarsi. Inoltre invece di terminare direttamente nel cuore, come tipico, la vena cava proseguiva lungo il diaframma, lungo le vertebre toraciche e poi su oltre l’arco aortico per poi svuotarsi nel lato destro del cuore.

Gli altri organi spostati

Ma il cuore non era l’unica anomalia: il polmone aveva due lobi invece di tre, le vene posizionate in posti molto diversi, il ventricolo destro era di dimensione doppia rispetto al normale. Inoltre lo stomaco si trovava a destra, invece che a sinistra e il fegato, che si solito destra, era a sinistra . La milza si trovava a destra invece che a sinistra e anche il tratto digestivo era al contrario. Penso che trovare un’altra persona speciale come Bentley sia davvero molto remota. Ci sar un caso ogni 50 milioni e non penso che dimenticheremo presto questa esperienza ha detto alla Cnn il professor Cameron Walker, che insegna Fondamenti di Anatomia all’Oregon Health and Science University

La vita di Rose Marie

Rose Marie era nata nel 1918 a Waldport, piccola citt sulla costa dell’Oregon. Faceva la parrucchiera ed sempre stata affascinata dalla scienza, tanto che i suoi figli sono convinti che sarebbe stata un’ottima infermiera se avesse avuto la possibilit di studiare. Soffriva solo di bruciore di stomaco cronico, causato forse dalla conformazione invertita del suo apparato digerente. Per il resto sempre vissuta in salute, tanto che ha avuto cinque figli. Proprio per la sua ottima salute la sua condizione rimasta sconosciuta, non avendo necessit di fare esami approfonditi, motivo per cui questa anomalia passata inosservata ai medici.

Nessuna anomalia in vita

Spesso questo genere di mutazione associata a gravi cardiopatie congenite e proprio a causa dei difetti congeniti solo fra il 5% e il 13% vive oltre 5 anni . Ma Bentley era un’anomalia nell’anomalia perch non aveva difetti cardiaci e non ha mai sofferto di nulla nella sua vita, tanto che ha avuto bel cinque figli. L’unico indizio che mia mamma avesse qualcosa di strano quando le stata tolta l’appendicite – racconta Louise Allee, la quarta figlia di Bentley, che oggi ha 66 anni – perch il chirurgo ci disse che la sua appendicite non si trovava nel punto giusto, senza aggiungere altro. Non emersero altre anomalie nemmeno in seguito a un’operazione per rimuovere la cistifellea e neppure quando le fu asportato l’utero. Rose Bentley decise di donare il sio corpo alla scienza seguendo l’esempio del marito Ji, morto 12 anni prima per polmonite. La scoperta di queste anomalie anatomiche ridale al marzo del 2018, ma se ne avuta notizia in questi giorni in occasione delle conferenze organizzate dall’American Association of Anatomists a Orlando, in Florida.

9 aprile 2019 (modifica il 9 aprile 2019 | 16:51)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/salute.xml

Autore dell'articolo: admin