Romanticismo italiano, bilancio del riscatto



Hayez, Molteni, d’Azeglio, Canella, Giuseppe e Luigi Bisi, Podesti, Inganni, Domenico e Girolamo Induno e scultori come Bartolini, Fraccaroli, Puttinati, Strazza, Vela, non si elencano più da molto come fossero pregiudicati. Colpevoli di essere ombre di ombre di qualche grande artista moderno, o solo portatori di patria retorica su stampe ingiallite nei corridoi della bisnonna. La redenzione dell’Ottocento è cominciata, al di là dei percorsi riabilitativi degli «ottocentisti autoctoni» di Enrico Somarè, negli anni settanta del secolo scorso, quando non … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin