Roma Termini: marocchino accoltella cittadino dell’Est


roma termini marocchino accoltellamento

Roma – Un uomo di origini marocchine ha accoltellato un cittadino presumibilmente dell’Est che portava un crocifisso al collo. Subito dopo, l’aggressore ha tentato la fuga, ma è stato fermato da un poliziotto che si trovava nella stazione Termini. Non è ancora chiaro quali siano le condizioni della vittima, ma secondo la prima ricostruzione si tratterebbe dell’epilogo di una lite tra due senza fissa dimora iniziata a bordo di un pullman.

Secondo alcuni testimoni oculari, il marocchino avrebbe adocchiato la vittima a bordo di un mezzo pubblico e una volta che è scoppiata la lite lo ha poi inseguito nella stazione di Roma Termini. È qui che ha tentato di sgozzarlo, senza riuscirci per fortuna. L’episodio sarebbe avvenuto alla vigilia di Pasqua, ma la notizia è divenuta di dominio pubblico solo in queste ore. In seguito all’accaduto, il ministro Matteo Salvini ha scritto a prefetti e questori.

“Scrivo a tutti i prefetti e questori per aumentare controlli e attenzione in luoghi di aggregazione di cittadini islamici, per prevenire ogni tipo di violenza contro cittadini innocenti”.

M5S contro Salvini: “Tutto fermo sui rimpatri”

La posizione del vicepremier leghista ha però generato le proteste da parte dell’altro partito di maggioranza, il Movimento 5 Stelle.

“Dopo Torino, Roma. I tristi fatti di cronaca di questi giorni, con l’aggressione prima a due agenti della polizia da un soggetto che sarebbe dovuto essere già espulso, poi con l’accoltellamento di oggi dimostrano che il vero problema sono i quasi 600mila irregolari che abbiamo in Italia. E sui rimpatri – recita la nota dei penta stellati – non è stato fatto ancora nulla. Il problema ce lo abbiamo in casa, non è che scrivendo una lettera o una circolare si risolvono le cose. Bisogna fare di più sui rimpatri che sono fermi al palo”.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin