Rigopiano, «ci fu depistaggio». La procura accusa l’ex prefetto



Depistaggio nelle indagini sulla sciagura dell’Hotel Rigopiano, sventrato da una slavina e sotto le cui macerie e una coltre di ghiaccio e detriti sono morti in 29. È l’accusa che, insieme al reato di frode in processo penale, ora, la Procura muove all’ex prefetto di Pescara, Francesco Provolo, e ad altri sei rappresentanti dell’Ufficio territoriale del Governo. Sette, infatti, gli avvisi di garanzia notificati nelle scorse ore. A FAR FINIRE il personale della Prefettura sotto inchiesta è una telefonata effettuata … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin