Riforma legittima difesa | Bonafede a Salvini: non è di tua competenza


Il Guardasigilli: “il Viminale si occupi di sicurezza dei cittadini e prevenzione”

riforma della legittima difesa

Di riforma della legittima difesa tutti parlano nel governo Conte tranne il diretto interessato, il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. O meglio, il Guardasigilli ne ha parlato ma solo dopo che sull’argomento aveva discettato nelle ultime ore anche la ministra della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno (Lega) mentre è di qualche giorno fa lo scontro tra il numero uno del Viminale Matteo Salvini e il presidente dell’Associazione nazionale magistrati Francesco Minisci.

Bonafede oggi, a L’Aria che Tira su la7, si è rivolto proprio a Salvini rivendicando la titolarità della materia legittima difesa e cercando forse di frenare la sovraesposizione mediatica del ministro dell’Interno (partita persa in partenza…). Il governo vuole “cambiare la legge sulla legittima difesa” ma su questo “il ministero dell’Interno non ha competenze” ha detto l’esponente del M5s. “C’è la volontà di migliorare la legge. Al Senato sono depositati 8 ddl e M5S e Lega stanno lavorando per un testo equilibrato”.

Bonafede ha chiarito che “il Ministro dell’interno si occupa della sicurezza dei cittadini e di prevenire il fatto che un losco individuo entri nella casa di una persona onesta. Al ministero della Giustizia spetta invece, quando lo Stato ha fallito e una persona è entrata nella casa di qualcuno, fare tutto per garantire al cittadino di non doversi difendere per tre gradi di giudizio dall’accusa di essersi difeso”.

Alle obiezioni dell’Associazione nazionale magistrati al ddl di riforma della legittima difesa che rischia di “legittimare l’omicidio” Bonafede taglia corto: “Il presidente dell’Associazione nazionale magistrati ha tutto il diritto di esprimere perplessità, ci mancherebbe ma la frase è generica e non dice nulla del testo”.

La Ministra Bongiorno in una intervista ad Agorà su Rai 3 stamattina aveva dichiarato che secondo lei è giusto sparare se qualcuno entra in casa: le vittime non possono sapere se i ladri sono entrati per rubare o per uccidere. Nei giorni scorsi era stato Salvini a polemizzare con l’Anm sul tema della legittima difesa: “Non serve nuova legge, la riforma rischia di autorizzare l’omicidio” avevano detto i magistrati. Posizione tacciata da Salvini come una “invasione di campo”.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin