«Reddito di cittadinanza», lavoratori e poveri sotto controllo



Dicono di volere «abolire la povertà», trasformeranno una quota variabile di «poveri assoluti» in lavoratori «occupabili» e in veicoli di sgravi fiscali per aziende in cambio di assunzioni perlopiù precarie. Nell’epoca in cui c’è meno lavoro, e quello che c’è è precario, il sussidio vincolato a otto ore di lavoro gratuito a settimana per 18 mesi, alla formazione-riqualificazione obbligatoria e agli incentivi alle imprese per assumere persone con un reddito Isee inferiore a 9.360 euro annui – il «reddito di … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin