«Reddito di cittadinanza»: il governo dei poveri può passare dall’Isee



Il sedicente «reddito di cittadinanza» «partirà da metà marzo 2019 insieme al potenziamento dei centri per l’impiego» ha detto il vicepremier e doppio ministro del lavoro e dello sviluppo Luigi Di Maio. E, annuncia: se domani la nota al Def sarà «non coraggiosa», e senza reddito di cittadinanza, pensione di cittadinanza, quota 100-Fornero, risarcimento dei truffati dalle banche, il governo non avrà i voti del M5S. Ma «la mia non è una minaccia». «Potrebbe essere legato all’Isee o potrebbe essere … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin